10 teste rasate leggono un proclama, per la sinistra è un problema nazionale

Condividi

 

“Ritengo che sia necessario ricorrere a delle misure adeguate ma anche che sia necessario che ci sia una mobilitazione civile su questo, perchè non possiamo permettere a questi gruppi di sporcare la nostra bella Costituzione e la nostra democrazia, che non è compatibile con questi estremisti”. Così la presidente della Camera Laura Boldrini ha risposto oggi a Firenze ai cronisti che le chiedevano un commento sul blitz dei naziskin in un circolo attivo sul fronte del sostegno dei migranti a Como.

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

“Nessuno può banalizzare e minimizzare i tanti episodi di intolleranza e razzismo che stanno emergendo da più parti nel Paese. Occorre ora una reazione popolare, partecipata e aperta capace di coinvolgere tutte le persone che non vogliono accettare questa deriva pericolosa. Per questo proponiamo per sabato 9 dicembre a Como una grande manifestazione contro ogni intolleranza. Il Pd c’è. Non giriamoci dall’altra parte”. Lo afferma il vicesegretario del Partito democratico Maurizio Martina.

Zuppa di Porro. 13 rasati che leggono un proclama in casa d'altri diventano un problema x la democrazia. Deve essere messa molto male. Il caso della licenziata Ikea, il cattivo giornalismo della La Stampa e il pessimo ufficio stampa degli svedesi. Benetton ridicolo spiega che è fallito, ma non per colpa sua: lui era in barca. Bella intv di Cacciari su relegione al Il Giornale. A Conchita una mamma scrive: ho scelto il Virgilio x prossimità logistica. #rassegnastampa 30 nov

Geplaatst door Nicola Porro op donderdag 30 november 2017

“Il problema dell’Italia è Renzi, non e’ il fascismo che non puo’ tornare, ne’ le fake news che non esistono. Da una settimana assistiamo a dibattiti surreali.
Ovvio che non si entra in casa d’altri non invitati e non e’ quello il modo di risolvere i problemi. Bene invece fanno i nostri sindaci che con azioni concrete combattono l’invasione di immigrati”. Lo ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini, raggiunto telefonicamente dai cronisti, commentando l’irruzione degli Skinheads nel centro di assistenza ai migranti a Como.

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

antifascisti all’opera

“Secondo me quello e’ un atto di intimidazione e per me l’intimidazione e’ inaccettabile. Trovo abbastanza ridicolo l’appello di Renzi, perche’ la violenza non e’ oggettivamente quello che ieri si e’ visto a Como: e’ un atto di intimidazione ma non e’ un atto di violenza. La violenza noi l’abbiamo invece vista un sacco di volte dai compagni dei centri sociali, quelli che distruggono intere citta’ e bruciano le macchine degli italiani, e nessuno ha mai fatto gli appelli per la condanna delle violenze dei centri sociali”. Lo afferma Giorgia Meloni, leader di Fdi, all’Aria che Tira su La7

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -