Bimba morta in piscina, rumeno indagato per omicidio e violenza sessuale

 

BENEVENTO, 21 GIU – Un giovane rumeno di venti anni è stato interrogato per tutta la notte dai pm della Procura di Benevento nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di una bambina di dieci anni, il cui cadavere nudo è stato trovato nella notte fra domenica e lunedì nella piscina di un casale a San Salvatore Telesino, in provincia di Benevento.

bimba-morta-piscina

Il giovane di 21 anni,  è stato iscritto nel registro degli indagati dal Procuratore della Repubblica di Benevento Giovanni Conzo. Le ipotesi di reato sono quelle di omicidio e violenza sessuale. Un atto dovuto per consentire la eventuale nomina di un consulente in vista dell’autopsia sul corpicino della bimba rinvenuta morta nella piscina di un resort a San Salvatore Telesino, in provincia di Benevento. ANSA

Le dichiarazioni del 20enne, secondo quanto si e’ appreso, avrebbero comunque permesso di stabilire alcuni punti fermi sulle ultime ore di vita della bambina. Maria ha incontrato il giovane appena uscita dalla chiesta dell’Assunta, che si trova a poca distanza dall’abitazione dell’operaio romeno; i due si conoscevano bene e sarebbe stata proprio Maria a chiedergli di farle compagnia. L’operaio aveva pero’ in mente di raggiungere un’amica a Telese Terme e la bimba lo avrebbe accompagnato. I due non hanno pero’ raggiunto la cittadina termale, perche’ il tragitto era impegnato per una gara podistica. Insieme sono rientrati a San Salvatore Telesino, dove il giovane interrogato ha detto di aver lasciato Maria nei pressi della chiesa assieme ad altre bambine, che ha indicato agli investigatori.

Anche dai rilievi sul lungo del ritrovamento potrebbero venire altri elementi utili alle indagini. L’agriturismo era chiuso per riposo settimanale, ma la piscina non era ancora attiva, benche’ la vasca fosse piena. Nonostante l’area sia recintata, esistono diversi punti di accesso e gli investigatori stanno cercando tracce del passaggio della bimba e di eventuali altre persone.

L’ipotesi di una morte accidentale non viene scartata, anche se risulta poco credibile che la bimba possa essere caduta in acqua, essendo stata trovata nuda mentre i suoi indumenti ripiegati sul bordo delle vasca o che Maria possa aver deciso di tuffarsi in piscina in una serata di pioggia. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -