Arrestati richiedenti asilo per droga ai minori: sgominato centro di spaccio

 

TRIESTE – Il dirigente capo della Squadra Mobile di Trieste, Marco Calì: «Abbiamo operato un’investigazione “leggera” volta ad acquisire maggior numero di informazioni: parliamo di 6 cittadini afghani e pakistani, tutti richiedenti asilo che spacciavano nelle zone di via Geppa, via Ghega e la stazione di Trieste. L’indagine ha auto origine da alcuni interventi delle volanti che avevano riscontrato la presenza di queste persone con piccole dosi si hashish».

SpaccioDrogaTrieste

Poi aggiunge ancora il dirigente Calì: «Abbiamo riscontrato una continuativa attività constatando che questi sei erano il fulcro, ma quello che ha colpito maggiormente è la giovane età dei clienti (numerosissimi minorenni tra i 13 e i 16 anni). L’invito va alle famiglie perché vigilino. È importante che tutta la rete intorno a questi minori sia attenta per evitare il degenerare di questo problema».

Acclarato un centinaio di episodi di spaccio, la Squadra mobile ha deciso di affettuare il blitz, dopo aver individuato il fulcro e la base di spaccio che probabilmente avveniva proprio all’interno dell’appartamento dell’Ics (Consorsio Italiano di Solidarietà, estraneo all’attività svolta dai suoi assistiti, ndr).

In via Milano 11, c’era un importante andirivieni di questi individui. Marco Calì: «In un appartamento abbiamo trovato lo stoccaggio di denaro (banconote da 5 e 10 euro) e già confezionati un centinaio di stecchette pronte nascoste in una pianta».

Sono state numerose le segnalazioni dei cittadini di presenze strane nelle zone interessate dalle indagini della Polizia che incrociando segnalazioni e dati dell’Upgsp, ha avvitato il monitoraggio e il sequestro di piccole dosi fino al blitz avvenuto lo scorso giovedì.

Il prezzo delle dosi di droga si aggirava intorno ai dieci euro a stecchetta.

L’indagine durata circa 15 giorni e sono stati sequestrati circa 180 grammi si hashish fino al blitz . Gli arresti di questi richiedeti asilo, tutti di età compresa tra i 20 e i 22 anni, sono stati convalidati dal Gip di Trieste.

www.triesteprima.it



   

 

 

1 Commento per “Arrestati richiedenti asilo per droga ai minori: sgominato centro di spaccio”

  1. Niente processo . fotografati dai piedi alla testa, impronte digitali e rispediti a casa loro- In caso di ritorno – al “pancaccio” pranzo e cena con gallette ammuffite.-!!!
    … Siccome non hanno niente da perdere. Condannati “si riposano” mangiano e bevono a nostre spalle.!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -