Non sarà Isis a distruggere la Chiesa, lo sta facendo la Chiesa stessa

NON SARA’ L’SIS A DISTRUGGERE LA CHIESA, LO FARA’ LA CHIESTA STESSA

di Armando Manocchia   @mail

isis-papa

A parte ciò che vi racconta il Mainstream, questo papa perde due fedeli su tre. Se l’obiettivo della Chiesa è quello di distruggere il Cristianesimo, è sulla buona strada e soprattutto non v’è il pericolo lo faccia l’Isis perché, quando arriveranno, (e arriveranno!) di questo passo non troveranno più né il papa, né il Vaticano e tantomeno la Chiesa Cattolica.

Con questo papa che è tutto, meno che un papa, coadiuvato da questa criminalità clericale coinvolta in scandali finanziari, pretofilia dilagante e soprattutto nell’aberrante piaga della pedofilia, i fedeli fuggono di giorno in giorno. A conferma, basta leggere i dati che certificano le presenze dei fedeli alla cosiddetta udienza del mercoledì dove, è bene precisare, non tutti sono fedeli cattolici, ma tra loro vi sono moltissimi turisti e quindi persone di diverse religioni o non religiose.

Ma veniamo ai numeri: nel 2013 l’udienza papale media è stata seguita da 51.617 persone, nel 2014 ha perso il 40% raggiungendo le 27.883 presenze. Nel 2015 il calo è stato di un ulteriore 50%, infatti le presenze sono state solo 14.818. Oltre a questi dati drammatici (se invece che fedeli, fossero stati clienti, avrebbero già dovuto portare i libri in Tribunale). Ma dato che dal Vaticano fanno sapere che all’ ultima udienza l’affluenza si è attestata in circa sulle 10.000 presenze, le aspettative non sono affatto incoraggianti, come si deve prendere atto, il trend propende per un ulteriore forte contrazione.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -