Sallusti: Fermate l’incapace Merkel o le prossime vittime saremo noi

merkel

 

di Alessandro Sallusti

Uno immagina che chi comanda Stati, governi e organizzazioni varie sia necessariamente la persona giusta al posto giusto.

Deleghiamo uomini e donne a decidere per noi, dando per scontato che saranno all’altezza del compito. Prendiamo Angela Merkel, la donna di ferro a capo della Germania e, di fatto, dell’Europa. Brava, competente, coraggiosa, integerrima sono solo alcuni degli aggettivi elogiativi che le sono stati appiccicati.

Poi uno guarda i fatti. L’Europa aveva due problemi chiari anche a un cieco: la crisi greca che rischiava di minare l’unione monetaria, l’emergenza immigrazione che poteva far saltare il sistema. Su entrambi i temi la Cancelliera ha imposto la sua linea del no. No a salvare la Grecia nel 2010 cancellando un pugno di debiti (meno di 9 miliardi), no ad aiutare l’Italia che dal 2011 bussa inutilmente alle sue porte per condividere l’emergenza clandestini. Risultato: il salvataggio della Grecia, se avverrà, oggi ci costerà una novantina di miliardi, il fiume di immigrati ha rotto gli argini, sta alluvionando l’intero continente e innescando pure una nuova guerra fredda tra Paesi dell’Est e dell’Ovest.

Mi rendo conto di non avere titoli per giudicare la Merkel, ma a naso la signora si è rivelata una vera sciagura, non so per la Germania ma per noi certamente. Se l’Europa fosse un’azienda, visti i risultati e gli errori commessi, la caccerebbe con richiesta di danni. Invece, purtroppo, è ancora al comando e pretende di dettare la linea su tutto. E allora tremo all’idea che le nostre tasse sulla casa e il destino delle nostre pensioni siano nelle mani di un’incapace. Lei, e i suoi amici burocrati, si oppongono al taglio dell’Imu e ci chiedono di limare gli assegni a chi smette di lavorare. Le abbiamo spiegato che noi non siamo la Germania e che se facciamo come dice lei ci condanniamo alla crisi perenne. Niente, non c’è verso.

È arrogante la signora: io grande tedesca, voi piccoli italiani. Se l’Italia non vuole fare la fine della Grecia o dell’emergenza immigrati, cioè scoppiare, Renzi ha una sola riforma da fare. Che non è quella del Senato e neppure quella elettorale. La vera riforma è liberarsi dal giogo della Merkel. A questo punto parliamo di legittima difesa.

IL GIORNALE.IT



   

 

 

2 Commenti per “Sallusti: Fermate l’incapace Merkel o le prossime vittime saremo noi”

  1. Ben detto, la signora ha fatto tanto per il suo paese, con l’unione delle due germanie è riuscita a portare la sua gente agli stessi livelli di benessere economico. In Italia, invece ci sono degli incapaci che si sono fatti convincere ad entrare nell’euro, quando il paese non aveva le caratteristiche per farne parte.

  2. La sudditanza del nostro paese è evidente ma mi chiedo: se la contrastiamo finisce che lei decide che l’Europa non compera più i nostri titoli di stato e facciamo la fine del Governo Berlusconi e questo Renzi lo ha bene stampato in mente.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -