Brescia: Preso straniero con 36 alias, 25 imputazioni e 10 anni da scontare

Brescia – La volante era intervenuta nel Quartiere Primo Maggio dopo una segnalazione di disturbo alla quiete pubblica, ma si sono ritrovati  davanti uno straniero senza documenti ma con ben 36 alias diversi.

croato-brescia

Come scrive il Corriere, l’uomo – sprovvisto di documenti – ha inizialmente dichiarato di essere cittadino serbo e  trattandosi di un extracomunitario è stato accompagnato in Questura per essere fotosegnalato e, sorpresa, l’esito della ricerca lascia sbigottiti gli inquirenti. L’uomo risulta già foto-segnalato con 36 alias, vale a dire che l’uomo ha fornito a ogni fermo un diverso nominativo.  Un agente chiede allo straniero: «Ma tu come ti chiami?». Lui, beffardo ma non troppo: «Dipende…».

Gli inquirenti compongono il mosaico: l’uomo – un croato, salvo altre complicazioni – ha 25 imputazioni per reati contro il patrimonio, associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti, colpi in appartamenti. Sorpresa numero due: a carico di uno dei 36 nomi forniti (di un cittadino croato) risulta un ordine di carcerazione cumulato pari a 10 anni e 6 mesi di reclusione emesso dall’Autorità Giudiziaria di Verona.

L’ è stato quindi condotto nel carcere di Canton Mombello e, curiosamente, si è mostrato sorpreso del «conto» della giustizia. Agli agenti che lo accompagnavano avrebbe chiesto candidamente:«Ma davvero devo fare tutti questi anni?». Si.



   

 

 

1 Commento per “Brescia: Preso straniero con 36 alias, 25 imputazioni e 10 anni da scontare”

  1. complimenti alla polizia dopo 36 nomi falsi finalmente lo hanno arrestato, speriamo che si faccia tutti questi anni in carcere, ma dubito……

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -