Conselice: giovani “talebani” insultano i fedeli in Processione

E’ successo la scorsa domenica mattina (10 maggio) a Conselice, un piccolo centro della bassa Romagna a soli 10 minuti da Imola,  ma in Provincia di Ravenna.

islam3
Prima di arrivare ai fatti occorre una piccola premessa: come pure i sassi sanno, in questo Paese che, pur essendo laico ha una forte identità cristiana (è di religione cattolica l’85% degli Italiani), il mese di maggio è dedicato alle tradizionali processioni della Madonna.

La Processione di Conselice è conosciuta come quella di via Dante, si svolge da sempre in memoria dell’Oratorio della Piazzetta e passa anche davanti al cosiddetto centro culturale islamico, ma domenica scorsa, alcune teste di straccio in malafede, hanno voluto intendere il passaggio della tradizionale processione come una provocazione e, davanti al ritrovo maomettano, i fedeli cristiano-cattolici sono stati oggetto di ingiurie, insulti e minacce provenienti da un gruppetto di giovani “talebani” che si trovavano dentro e fuori il centro islamico.

I partecipanti sono rimasti basiti; quelle urla e quegli insulti hanno lasciato sbigottiti tutti i parrocchiani. Ad un certo punto, la Processione ha dovuto addirittura fermarsi a causa dell’intensità, del livore e la violenza verbale prodotta da questi futuri italioti di terza generazione, se non addirittura nati qui. Questi sarebbero gli immigrati  ‘integrati’ nella cittadina delle campagne romagnole dove, tra gli altri mille aiuti, è stato anche autorizzato il cosiddetto centro sociale islamico?

Non stiamo parlando di clandestini appena sbarcati, o gente appena fuggita dalla guerra e dalla miseria magari provocata da noi (come alcuni tengono sempre a precisare), ma parliamo di coloro che dovrebbero essere già integrati e che, alla luce dei fatti, più che immigrati è il caso di definire immingrati.

L’aspetto legale: le autorità stanno indagando e ci auguriamo facciano luce su questa intolleranza e che i responsabili del centro islamico rispondano alla Legge italiana che, se applicata, può e deve far chiudere rapidamente questa cloaca di odio religioso nei confronti dei cristiani.

L’odio che pervade questa gente è confermato dal fatto che a tutt’oggi, anche in considerazione del clima internazionale, i responsabili non hanno ancora espresso uno straccio di scuse.

Non credo che le Autorità faranno chiudere questo pseudo centro culturale solo perché alcuni bulletti di 8/10 anni hanno fatto questa bravata. Spero però che seguano provvedimenti efficaci. Capisco anche il mal di pancia dei sinistri politici buonisti, accondiscendenti su tutto ciò che questa gente esige e che ha sempre voluto imporci un modello di integrazione senza regole, ma, con queste realtà vede fallire sotto i proprio occhi tutti quei presunti buoni propositi.

Armando Manocchia @mail



   

 

 

9 Commenti per “Conselice: giovani “talebani” insultano i fedeli in Processione”

  1. Che cosa dicono i PDioti partito di arroganti e presuntuosi, cosa dicono i Politici tutti dal primo all’ultimo, inoltre cosa dice la chiesa, ancora sono nostri fratelli e che bisogna perdonare, si ma quante volte al giorno bisogna perdonare questa gente che oltre che li abbiamo accolti, gli passiamo anche gli alberghi,colazione,pranzo,cena, pernottamento e questo è il ringraziamento, e agli Italiani che hanno pagato sempre le tasse non gli si riconosce nulla, di cosa volete parlare B………..i che cosa aspettano che ci sia qualche rivolta in quanto il popolo ha già sopportato troppo le arroganze e le prepotenze di questi clandestini, speriamo che i Giudici non facciano come il caso di Padova dove una ragazza dopo essere scippata della borsa ha preso un pugno e sbattuta contro un muro il clandestino e stato lasciato libero ed e tornato in albergo a spese dei cittadini onesti, questa a mio parere sono in Italia succedono queste assurdità in un’altra Nazione veniva immediatamente ESPULSO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. è uno schifo

  3. graziella pirazzoli

    questo articolo non corrisponde ai fatti ‘la processione non ha dovuto fermarsi, non ci sono stati insulti. è accaduto la stessa cosa quando io avevo16 anni e in bicicletta passavo da borgo serraglio per andare in chiesa e i COMUNISTI DI ALLORA, SOTTOLINEO DI ALLORA MI TIRAVANO I SASSI E MI URLAVANO PAROLACCE. E dire che io ero italiana come loro!!!!!!!!!!!!!!!!!!! graziella

    • Si informi meglio prima di scrivere sciocchezze. La comunità musulamana si è perfino scusata ufficialmente.
      Poteva risparmiarsi questa figuraccia.

  4. Purtroppo anke le elezioni di domenica 10/05/2015…..hanno konfermato ke agi itagliani piace questa situaxione, …..i numeri parlano kiaro….va bene kosì…..alla maggioranza piace questo……e questo è solo l’inizio.
    Ovviamente potremmo almeno provare a fermare questo processo kalergiano ke ci porta alla morte!!!!!

  5. …non ci sono parole….

  6. dobbiamo fare il mea culpa , non si integreranno mai e tra qualche anno prevaricheranno ancora di più! ringraziamo la sinistra becera e ottusa che pulendosi la bocca con parole di tolleranza ha e permetto tutto questo!

  7. Devono andare a casa loro, subito..
    Non c’è tolleranza per chi non tollera usi,credenze, regole di vita comune, questi non di integreranno mai… ricordare quanto già scritto da una persona di sinistra “il musulmano buono non esiste ” ed aveva ragione da vendere.

  8. @Armando Mannocchia -
    Nella Storia al tempo dei “Romani” al quale DARIO giunse fino in PERSIA.- era categorico il rispetto di una legge . I vincitori rispettino la religione dei Vinti e si salveranno. (in Toscana vi è una frase più volgare ma identica nella ideologia)
    QUESTI PURTROPPO NON SONO “VINTI” LI HHHHHABBBBBIAMO ACCOLTI-
    “SEPENTI VELENOSI DELLE VARIE RELIGIONI . —
    Parlando dell’Isman; Io applicherei la loro religione.Chi strupa una donna , Chi percuote per vari motivi, Chi ruba. ecc.. ecc… . Sono certo che starebbero molto calmi.!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -