Senza stipendio da agosto, cassintegrato si toglie la vita

cappio-suicidio

Arezzo – Aveva 53 ANNI, da agosto non riscuoteva lo stipendio e domenica ha deciso di farla finita, lasciando la moglie, disoccupata, e quattro figli. E’ la tragica fine di un operaio cortonese che si è impiccato. Si è ucciso a marzo.

Il 3 febbraio l’azienda per la quale lavorava, una ditta edile, è stata dichiarata fallita. Gli spettva la cassa integrazione ma da agosto non riceveva più nulla e lo sportello anticrisi della Provincia non anticipa le somme per questo tipo di ammortizzatore sociale.

In tutta la provincia ci sono circa 3 mila lavoratori che condividono la stessa sorte: da sei mesi non si è più visto un euro,

Agrigento, presunti profughi in hotel a 4 stelle con piscina e WiFi

hotel-migranti

Alghero, protesta di presunti profughi: vogliamo orari flessibili e cibo migliore

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -