Pordenone: marocchino uccide moglie e figlia a colpi d’accetta

Ambulanza

 

Terribile fatto di sangue a Pordenone: un uomo massacra la sua famiglia poi si costituisce.
Verso le 3 di questa notte in un’abitazione di via San Vito a Pordenone, Abdelhadi Lahmar, marocchino disoccupato di 40 anni, incensurato e residente in Italia da diversi anni ha ucciso la moglie, Touria Errebaibi, di 30 anni, colpendola piu’ volte con un’accetta, poi si e’ acnito sulla figlioletta di sette anni, Hiba, uccidendola nella sua stanzetta con un coltello. Dopo il folle gesto, l’uomo si e’ costituito chiamando il 113.

Vana la corsa dei sanitari del 118 che altro non hanno potuto fare che constatare la morte delle due donne. Abdelhadi Lahmar ha svolto numerosi lavori, molti dei quali saltuari. La moglie invece ha lavorato come cameriera in alcuni ristoranti del centro di Pordenone. Ai poliziotti che sono venuti ad arrestarlo ha detto: “Ho ucciso mia moglie e mia figlia, le trovate in camera da letto”. L’uomo e’ sotto interrogatorio presso la questura, ma il movente non e’ ancora stato reso noto. agi



   

 

 

1 Commento per “Pordenone: marocchino uccide moglie e figlia a colpi d’accetta”

  1. Nella pagina Articoli Correlati – > a parte la mostrusità degli assassini < … ma che in Italia le "Esequie" le paga lo Stato.? Se cosi fosse un altro rassello perch' è vengono in Italia.!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -