Disastroso il bilancio del 2014: il debito sale al 132,1%, cresce la pressione fiscale

PADOAN

 

Il consuntivo definitivo dell’Istat sul 2014 conferma che per l’economia italiana si è trattato di un anno orribile. Il dato più importante, quello sul Pil, mostra un calo dello 0,4% rispetto al 2013, on una discesa sotto i livelli del 2000. Il rapporto tra deficit e Pil si è attestato al 3%. Era al 2,9% nel 2013. I dati rilasciato oggi sono in linea con le previsioni contenute nella Nota di aggiornamento del Def.

Debito 2014 sale a 132,1%, record da 1995 – Nel 2014 il debito italiano è salito dal 128,5% del 2013 al 132,1% del Pil, il massimo dal 1995, da quando cioè sono state ricostruite le serie storiche. Le previsioni del governo nella Nota di aggiornamento Def indicavano nel quadro programmatico un rapporto del 131,6%.
Pressione fiscale torna a salire, 43,5% in 2014 – Nel 2014 la pressione fiscale ha raggiunto il 43,5% del Pil, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto al 2013 (43,4%). Nel 2012 si era toccato lo stesso livello del 43,5%.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -