Gentiloni: Non alzare muri contro i flussi migratori in arrivo dall’Africa

immigrat

 

28 nov 2014 – Non si possono alzare muri contro i flussi migratori in arrivo in Europa dall’Africa. Occorre invece una strategia politica di lungo termine di tutta l’Europa capace di mescolare le dimensioni di politica estera, di sicurezza, di sviluppo e di cooperazione.

Questa la posizione espressa oggi dal ministro degli Esteri Paolo Gentiloni al fianco del collega tedesco Frank-Walter Steinmeier nella conferenza stampa tenuta durante i lavori del cosiddetto Processo di Khartoum. Un’iniziativa lanciata dall’Italia e che ha riunito oggi a Roma i 28 Stati membri Ue insieme a Libia, Egitto, Sudan, Sud Sudan, Etiopia, Eritrea, Gibuti, Somalia, Kenya e Tunisia.

“Non si puo’ alzare un muro, anche se bisogna lavorare su controlli e sicurezza, non bastano le azioni di cooperazione, pur indispensabili, serve una strategia di lungo termine, perché e’ un pezzo della realta’ del nostro mondo con cui confrontarci, mescolando diverse politiche”, ha detto Gentiloni, ricordando che “la presidenza italiana dell’Ue ha messo al centro le politiche migratorie, non solo per rispondere all’emergenza umanitaria, ma per sottolineare che queste politiche hanno bisogno di un approccio comune dell’Unione europea, dell’intera Europa”.

Gentiloni ha precisato che “il processo di Khartoum formulera’ presto progetti specifici per il finanziamento dell’Unione europea”, sottolineando come il capo della diplomazia Ue, Federica Mogherini, e il Commissario Ue per gli Affari Interni e le Migrazioni, Dimitris Avramopoulos, oggi presenti a Roma, hanno “hanno preso l’impegno a finanziare questa iniziativa“. “Nelle prossime settimane – ha concluso il capo della Farnesina – verranno definiti anche progetti congiunti Italia-Germania per dare ulteriore spinta a questo processo”.



   

 

 

2 Commenti per “Gentiloni: Non alzare muri contro i flussi migratori in arrivo dall’Africa”

  1. E invece proprio Si,caro Gentiloni, ! Se un domani in Italia e nel resto d’Europa ci saranno dei governi patriottici,i muri verranno alzati, e in quantità più che abbondante !

  2. qui si continua a bere alla fonte di queste informazioni come fosse acqua nel deserto, ma non riusciamo a prendere atto che l’acqua è avvelenata. Figuriamoci se la germania ( non è un refuso) è minimamente interessata a progettare per l’immigrazione… Per quanto riguarda i rimanenti stati c’è anche chi ha messo le reti e uomini armati ai confini, vedi Spagna. La Francia pur di difendersi, arriva ” a smontare” le auto anche di, evidenti, cittadini italiani,al confine E questa è solo la parte evidente della situazione, figurarsi che tipo di interesse possono avere nel contrattare l’immigrazione…ad oggi, non sono problemi loro, sono solo nostri. Oggi questo buonismo mi ha proprio rotto, che poi non è nemmeno buonismo è solo non pensare, non riflettere e odio le pecore che non pensano e non riflettono in quanto pecore, ma noi non dovremmo essere pecore, siamo nati uomini……almeno una volta era così

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -