Bocciata la Giornata europea contro persecuzione e discriminazione dei cristiani

COMUNICATO STAMPA

La Commissione UE risponde picche alla richiesta dell’eurodeputata Mara Bizzotto

 “PER L’UE I CRISTIANI VALGONO MENO DEI ROM E DEL GELATO…”
Bocciata la Giornata europea contro la persecuzione e la discriminazione dei cristiani nel mondo

cristian “Per l’Europa i cristiani valgono meno dei rom, del gelato artigianale, degli antibiotici e dell’eco-innovazione: se infatti a tutte queste categorie, e a molte altre ancora, è stata dedicata un’apposita Giornata, ai cristiani viene invece sbattuta la porta in faccia. Siamo davvero alla farsa: per Bruxelles la creazione di una giornata europea contro la persecuzione e la discriminazione dei cristiani nel mondo non porta nessun valore aggiunto e non merita di essere celebrata”.

Con queste parole l’europarlamentare leghista Mara Bizzotto, responsabile federale del dipartimento Europa della Lega Nord, annuncia la risposta-shock della Commissione UE con la quale Bruxelles ha bocciato la sua proposta d’istituire una “Giornata europea contro la persecuzione e la discriminazione dei cristiani nel mondo”.

All’interpellanza parlamentare dell’eurodeputata Bizzotto ha risposto l’Alto rappresentante per la politica estera dell’UE Catherine Ashton che, tra le altre cose, ha esplicitamente dichiarato: “L’UE non crede che una Giornata europea contro la persecuzione e la discriminazione dei cristiani nel mondo possa portare un valore aggiunto”.

“Esistono tantissime Giornate europee, internazionali e mondiali sulle più svariate tematiche, che appaiano spesso di dubbia utilità o quantomeno di minor interesse rispetto ad altre – incalza la Bizzotto – Perché mai una Giornata europea sul mare, sul mangiar sano o sulla protezione dei dati personali, dovrebbe essere più importante di una Giornata che ricordi i 105.000 cristiani uccisi nel solo 2011 (uno ogni 5 minuti!) a causa di episodi di violenza, attentati e attacchi terroristici?”.

“Gli studi della Società internazionale per i Diritti Umani confermano che l’80% delle persone perseguitate per motivi religiosi in tutto il mondo sono cristiane, e l’organizzazione ‘Open Doors’ calcola in ben 100 milioni il numero di cristiani vittime ogni anno di discriminazioni, persecuzioni o atti di violenza da parte di adepti di altre religioni o da parte di regimi totalitari – prosegue l’eurodeputata Bizzotto – Evidentemente però, anche di fronte a numeri tanto drammatici, l’Europa non ha il coraggio di prendere una posizione netta ed esplicita in favore dei cristiani, forse per non urtare le sensibilità di tutti quei Paesi a maggioranza musulmana con i quali intrattiene proficui accordi commerciali…”.

Sempre secondo l’Associazione “Open Doors”, infatti, i casi più frequenti e violenti d’intolleranza religiosa verso i cristiani arrivano proprio dal fondamentalismo islamico: “In 50 Paesi dove sono in atto forme di persecuzione contro i cristiani, ben 38 sono islamici – spiega la Bizzotto – Dalla Turchia alla Nigeria, dall’Egitto al Pakistan, gli episodi di cristianofobia si ripetono con drammatica regolarità, con un solo obiettivo: cancellare la presenza cristiana nel globo. Ma l’UE continua a voltarsi dall’altra parte per portare avanti una politica basata esclusivamente su cinici calcoli economici”.

“E’ ormai evidente che l’Unione Europea, al di là dei proclami fini a sé stessi sulla libertà di espressione e di culto, si vergogna di definirsi cristiana come dimostra, tra l’altro, il mancato richiamo alle radici cristiane nei Trattati Europei – conclude Mara Bizzotto – Be’, di fronte al colpevole disinteresse dimostrato verso quei valori che sono alla base della nostra società, della nostra cultura e della nostra identità, siamo noi a vergognarci di far parte di questo tipo di Europa”.



   

 

 

2 Commenti per “Bocciata la Giornata europea contro persecuzione e discriminazione dei cristiani”

  1. Mi domando…..ma che per caso avesse ragione Nostradamus riguardo
    all’ anticristo….con tutto l ‘accanimento, negli ultimi anni, nei confronti della religione cristiana….sono davvero stufa di questo continuo piegare la testa da parte delle Istituzioni verso tutto ciò che è islam e per contro dell’indifferenza delle stesse se si tratta di tutelare i cristiani…..pare quasi che ci si debba vergognare delle nostre radici cristiane!!!

  2. Di questa Europa ne abbiamo le tasche piene!
    Certo, solo metaforicamente, perché, in realtà, le tasche ce le ha svuotate completamente, impoverendoci fino all’inverosimile con la menzogna del “debito”.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -