Schaeuble: l’euro è piu’ sicuro, lo abbiamo constatato nella crisi di Cipro

Alla domanda se l’euro sia oggi piu’ sicuro di quanto lo fosse tre anni fa, il ministro risponde affermativamente e precisa che “lo si e’ constatato proprio nella crisi di Cipro.

Schaeuble

30 mar. – Non esiste il minimo rischio che l’Italia possa diventare una seconda Cipro. Lo afferma con decisione il ministro tedesco delle Finanze, Wolfgang Schaeuble (Cdu), rispondendo a una domanda della Bild, che nel titolo formula questo dubbio: “L’Italia puo’ diventare la seconda Cipro, signor Schaeuble?”. “No, non c’e’ assolutamente alcuna ragione“, ribatte con fermezza il ministro, ribadendo che “i risparmiatori tedeschi sono al sicuro e in Europa vogliamo migliorare ancora le regole. Cipro e’ e rimane un caso particolare e unico”.

Schaeuble conferma che “i depositi fino a 100.000 euro sono protetti ovunque nell’Ue. In Germania e in molti altri Stati la garanzia va molto al di la’ di questa somma”. Alla domanda se l’euro sia oggi piu’ sicuro di quanto lo fosse tre anni fa, il ministro risponde affermativamente e precisa che “lo si e’ constatato proprio nella crisi di Cipro, con le turbolenze che non hanno contagiato gli altri paesi del Sud Europa. All’inizio del 2012 la situazione era diversa, quando a causa delle imminenti elezioni in Grecia i tassi di interesse sono improvvisamente schizzati in alto in tutto il Sud Europa. Anche i mercati finanziari hanno capito che siamo meglio preparati. Abbiamo ottenuto molto”.

Quando gli viene chiesto se sia adesso piu’ facile uscire dalla moneta unica, Schaeuble risponde di no, sottolineando che “piu’ importante e’ il fatto che siamo abbastanza forti per mantenere tutti a bordo”. Il ministro nega poi che la moneta unica possa dividere il continente, in quanto “l’euro ha dato buona prova di se’ anche nella crisi. Finora tutto si e’ svolto in maniera molto migliore di come pensavano molti esperti. Nei libri di storia leggeremo che questa crisi ha avvicinato l’Europa ancora di piu'”. agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -