Ritorno della leva obbligatoria, botta e risposta tra Crosetto e Salvini

Crosetto e Salvini

Botta e risposta fra il vicepremier e leader della Lega, Matteo Salvini, e il ministro della Difesa Guido Crosetto, entrambi a Vicenza per la sfilata degli alpini, sul progetto di leva obbligatoria

“La Lega ha quasi concluso la stesura di un progetto di legge per reintrodurre una leva universale, 6 mesi obbligatorio per ragazzi e ragazze, a servizio della comunità su base regionale – ha annunciato Salvini – E’ una grande forma di educazione civica, con persone che si possono dedicare al salvataggio, alla protezione civile, al pronto soccorso, alla protezione dei boschi da svolgere vicino a casa”.

“Una volta – ha ricordato – uno di Udine andava a Bari, e quello di Bari lo mandavano a Udine, dovendo lasciare studi e lavoro. Non sarà più cosi, si farà vicino a casa. Spero che anche la altre forze politiche appoggino la proposta”.à

La risposta di Crosetto

Immediata la precisazione di Crosetto: “Le forze armate non possono essere pensate come un luogo per educare i giovani, cosa che deve essere fatta dalla famiglia e dalla scuola. Le forze armate servono per fare professionisti, che difendono le istituzioni e la pace. Il servizio civile universale non è una cosa che riguarda le forze armate”, ha dichiarato, ribadendo che “il servizio civile universale non è una cosa che riguarda le forze armate”.
TiscaliNews

SOSTIENI IMOLAOGGI
il sito di informazione libera diretto da Armando Manocchia

IBAN: IT59R0538721000000003468037 BIC BPMOIT22XXX
Postepay 5333 1711 3273 2534
Codice Fiscale: MNCRND56A30F717K