Bologna, anarchici irrompono in chiesa per protestare contro 41 bis

prete chiesa

“Assurdo quanto accaduto nella chiesa del Sacro Cuore, dove un gruppo di anarchici ha interrotto la celebrazione della messa per protestare contro il regime del 41bis. Fatto surreale, grave è da condannare. In una città in cui gruppi organizzati e violenti possono occupare immobili pubblici e privati a piacimento (il riferimento è alle occupazioni fioccate soprattutto nelle ultime settimane, ndr) è prevedibile che si arrivi anche a fatti come quello di ieri”.

E’ lo sfogo del consigliere comunale della Lega Matteo Di Benedetto, appresa la notizia di un blitz avvenuto ieri mattina durante la messa in svolgimento nella chiesa del Sacro Cuore di Gesù di via Matteotti. Un gruppetto di ragazzi con volantini alla mano avrebbero interrotto l’omelia del parroco, per lanciare il messaggio di liberazione di un anarchico recluso nella sezione 41 bis.

“Questi gruppi, ormai, pensano di poter fare quello che gli pare anche perché rimangono sempre impuniti – affonda il leghista –  Da parte nostra la condanna è totale, ci auguriamo che arrivi anche dal Comune. Ci chiediamo se si tratti degli stessi gruppi anarchici che godono di immobili pubblici a prezzo agevolato, perché nel caso sarebbe anche l’ora di far venire meno certe concessioni”, chiosa il consigliere.  www.bolognatoday.it