Malore improvviso, addio all’artista Giulio Scoditti

Giulio Scoditti

Un uomo appassionato, con tanti sogni e il coraggio di realizzarli a uno a uno: questo era Giulio Scoditti visto dagli occhi di chi lo conosceva e apprezzava. L’uomo è mancato giovedì 17 novembre, all’età di 59 anni, per un malore improvviso e sotto gli occhi della sua amata famiglia: la compagna Sandrine e il figlio, appena diciottenne, Gabriel.
Oltre alla compagna Sandrine e al figlio Gabriel, Giulio lascia le sorelle Stella, Cornelia e famiglia, la cognata Valérie e famiglia e tutti coloro che gli hanno voluto bene.

Il ricordo degli amici e dell’associazione Semi di Serra

«Giulio era un artista – commenta l’amico Carlo Sabbioni – dopo il lavoro in una società della Olivetti si era trasferito nel Biellese, prima a Viverone e poi a Roppolo, con la compagna Sandrine. Ha sistemato e modellato a loro immagine la casa di Roppolo, grazie alle sue doti l’ha resa perfetta per lui, la sua famiglia e la sua piccola attività». Giulio aveva infatti aperto “Art Nouveau – Laboratorio del Legno”, un laboratorio artigianale per la produzione di mobili e restauro. Atelier di pittura a olio e acquerello e studio di progettazione 3D di arredi.
https://primabiella.it

 

Articoli recenti