Pd Modena: sapevamo che circolavano voci su Soumahoro

Aboubakar Soumahoro

Pd di Modena: “Avevamo dubbi, ma ci hanno ignorati” – Sulla vicenda Soumahoro è intervenuto anche il segretario del Pd di Modena, Roberto Solomita, commentando dopo le notizie sulle indagini della procura di Latina sulle attività delle due cooperative pro-migranti Consorzio Aid e Karibu. “Alcuni elementi di criticità e di opacità rispetto alle cose emerse a proposito di Aboubakar Soumahoro circolavano anche in precedenza. Ne avevo parlato con il Pd, nei pochi giorni che avevamo a disposizione prima delle elezioni abbiamo immaginato che le condizioni della candidatura fossero state verificate. Noi non abbiamo fatto un’indagine approfondita, ma abbiamo fatto presente ai responsabili del Pd che già circolavano cose sul conto di Soumahoro. Abbiamo semplicemente detto: ‘Gira questa roba qui, siamo proprio sicuri?’ Questa vicenda è semplicemente lo specchio della gestione delle candidature nell’ultima tornata elettorale, che ha prodotto gli esiti cui abbiamo tutti assistito”.

Il caso della raccolta fondi in una Caritas pugliese

In un’intervista a La Repubblica, il direttore della Caritas di San Severo in Puglia, don Andrea Pupilla, ha parlato di 16mila euro raccolti da persone vicine al parlamentare per giocattoli destinati a un ghetto di migranti con pochi bambini. Un’iniziativa promossa per donare giocattoli in un ghetto di migranti in cui però i minori sono pochissimi, un clima di tensione nei confronti di chi vuole portare aiuti “dall’esterno” da parte di persone che facevano riferimento al mondo di Aboubakar Soumahoro. A sollevare dei dubbi – e anche a lanciare qualche frecciata – contro il parlamentare è stata la Caritas di San Severo (Foggia), nella zona cioè dove l’ex sindacalista ha condotto in passato alcune delle sue più ferventi battaglie per i diritti dei braccianti.  tgcom24.mediaset.it

 

Articoli recenti