Covid, Pfizer: “4 volte più anticorpi con booster Omicron 4-5”

Pfizer variante Omicron neutralizzata da 3 dosi di vaccino

Il booster bivalente di vaccino Pfizer-BioNTech aggiornato a Omicron BA.4-BA.5 stimola una risposta immunitaria “sostanzialmente più elevata” rispetto al vaccino originale. A confronto con la prima versione di Comirnaty* – annunciano il colosso farmaceutico americano e il suo partner tedesco – il booster bivalente ha prodotto negli adulti over 55 titoli anticorpali neutralizzanti circa 4 volte più alti contro le sottovarianti Omicron 4 e 5.

Un mese dopo una dose di richiamo di 30 microgrammi del vaccino bivalente – dettagliano le due società in una nota – i titoli anticorpali neutralizzanti anti-Omicron 4 e 5 sono cresciuti di 13,2 volte rispetto ai livelli pre-booster negli ultra 55enni e di 9,5 volte nei 18-55enni, contro un aumento di 2,9 volte negli over 55 che hanno ricevuto il richiamo con il vaccino originale. Il profilo di sicurezza e tollerabilità del booster bivalente rimane favorevole e simile al vaccino contro il ceppo Wuhan.

Pfizer e BioNTech hanno condiviso questi dati con l’Agenzia del farmaco Usa Fda e faranno lo stesso con l’europea Ema e altri enti regolatori il prima possibile, spiegano le due compagnie che stanno continuando a monitorare l’immunogenicità del booster bivalente BA.4/BA.5 anche rispetto alle nuove sottovarianti emergenti di Omicron.

“Questi risultati – si legge nella nota congiunta di Pfizer e BioNTech – rafforzano i primi dati clinici precedentemente diffusi, raccolti a 7 giorni dalla somministrazione del richiamo con vaccino bivalente, nonché i dati preclinici, e suggeriscono che una dose booster di 30 µg di vaccino bivalente adattato a Omicron BA.4/BA.5 può indurre un livello di protezione più elevato contro le sottovarianti verso cui è mirato, rispetto al vaccino originale”.

“Mentre ci avviciniamo alle festività natalizie, speriamo che questi risultati aggiornati incoraggino le persone a sottoporsi a un richiamo con vaccino bivalente non appena sono idonee a riceverlo, per mantenere livelli alti di protezione contro Omicron 4 e 5 ampiamente circolanti”, commenta Albert Bourla, presidente e Ceo.

“Questi dati – aggiunge Ugur Sahin, Ceo e co-fondatore di BioNTech – dimostrano che il nostro vaccino bivalente adattato a Omicron BA.4/BA.5 funziona” nel concreto così “come pianificato concettualmente, nell’offrire una maggiore protezione contro le sottovarianti Omicron 4 e 5”.  ADNKRONOS

 

Articoli recenti