Pfizer, ritirato farmaco per la pressione Accupril: “rischi cancerogeni”

Accupril

Pfizer ha ritirato dal mercato la pillola della pressione Accupril per possibili rischi cancerogeni. A renderlo noto attraverso un comunicato ufficiale è stata la stessa azienda conosciuta soprattutto per la produzione del vaccino anti Covid. Il problema è emerso in cinque lotti di compresse a causa di un’elevata presenza di nitrosammina. Il ritiro dei lotti interessati non riguarda né l’Italia né l’Europa. Pfizer ha reso noto che i prodotti tolti dal commercio sono stati distribuiti negli Stati Uniti e a Porto Rico tra dicembre 2019 e aprile 2022.

Le nitrosammine sono comuni nell’acqua e negli alimenti, inclusi salumi e grigliati, latticini e verdure. Tutti sono esposti a un certo livello di nitrosammine. Queste impurità possono aumentare il rischio di cancro se le persone sono esposte ad esse al di sopra di livelli accettabili per lunghi periodi di tempo. La nitrosammina rilevata nel farmaco per la pressione alta è un composto organico già comune sia nell’acqua che negli alimenti, “compresi salumi, grigliate, latticini e verdure”.

In caso di esposizione a lungo termine al di sopra dei livelli accettabili, i pazienti consumatori potrebbero però aumentare il rischio di sviluppare forme cancerogene. La sostanza può dunque divenire nociva per l’uomo.

Accupril è indicato per il trattamento dell’ipertensione, per abbassare la pressione sanguigna. Accupril è indicato anche nella gestione dello scompenso cardiaco come terapia aggiuntiva se aggiunto alla terapia convenzionale che include diuretici e/o digitalici. Accupril ha un profilo di sicurezza consolidato da oltre 30 anni. Ad oggi, Pfizer non è a conoscenza di segnalazioni di eventi avversi che sono stati ritenuti correlati a questo richiamo.

Pfizer ritiene che il profilo rischio/beneficio dei prodotti rimanga positivo sulla base dei dati attualmente disponibili. Sebbene l’ingestione a lungo termine di N-nitroso-quinapril possa essere associata a un potenziale aumento del rischio di cancro nell’uomo, non vi è alcun rischio immediato per i pazienti che assumono questo farmaco. I pazienti che attualmente assumono i prodotti devono consultare il proprio medico o fornitore di assistenza sanitaria sulle opzioni di trattamento alternative per loro.

I dettagli NDC, Numero di lotto, Data di scadenza e Configurazione per questi prodotti sono indicati nelle tabelle seguenti e le foto dei prodotti sono disponibili alla fine di questo comunicato stampa. I lotti di prodotti sono stati distribuiti a livello nazionale a grossisti e distributori negli Stati Uniti e a Porto Rico da dicembre 2019 ad aprile 2022.  https://www.agenpress.it

Condividi