Biden: “Putin criminale, non può rimanere al potere”

Biden: Putin criminale

“Questa non è una battaglia che si vincerà nel giro di pochi giorni o mesi, dobbiamo preparaci a una battaglia che durerà a lungo”. Il presidente degli Stati Uniti, nel suo messaggio da Varsavia, ha messo in evidenza la differenza tra la democrazia dell’Occidente e l’autocrazia della Russia. “Non date per scontata la democrazia – ha detto – è stato un lungo percorso. Noi abbiamo ben chiara la differenza tra democrazia e autocrazia. Ucraini e polacchi sono in prima linea per difendere i valori democratici, libere elezioni, la libertà d’espressione, libertà di abortire, se uno lo vuole. Noi siamo al vostro fianco”.

Biden accusa Mosca: la Russia sta “strangolando la democrazia” e vuole farlo “non solo in casa sua”, precisa. Vladimir Putin ha “l’audacia” di dire che “ha ragione”, ma “non ci sono giustificazioni per l’invasione dell’Ucraina”, precisa.

“Putin criminale”

Un criminale vuole dipingere l’allargamento della Nato come un progetto imperiale volto a destabilizzare la Russia”, ha detto, facendo riferimento alle accuse mosse dal presidente russo Vladimir Putin.

“Per amor di Dio, quest’uomo non può restare al potere“, ha detto Biden, evocando per la prima volta un cambio di regime in Russia. “Non abbiate paura. Un dittatore che vuole ricostruire un impero non cancellerà mai l’amore della gente per la libertà”, ha aggiunto il presidente Usa sottolineando che la guerra in Ucraina è “colpa di Vladimir Putin”.

Immediata la replica di Mosca: “Non spetta a Biden decidere” se la Russia deve tenere Vladimir Putin al potere o meno, precisa il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov. “Deve essere una scelta del popolo della Federazione Russa”, ha aggiunto citato dalla Cnn.  www.rainews.it

Condividi