Pandemie, eventi BIO-PSICO-SOCIALI per il controllo dei popoli

contagiati 30mila operatori sanitari

di Pierfrancesco Belli – La politica ha politicizzato la nascita e le infezioni trasformandole in eventi BIO-PSICO-SOCIALI permettendo che la stessa comunità nazionale sia vittima di catastrofi emergenze, pandemie cosi poi da inserire nella classificazione malattie della disabilita terapie ad hoc utili ad adattare la popolazione a quella trasformazione che loro stessi hanno avviato.

La popolazione viene sottoèosta a trattamenti che portano ad un controllo bio-psico-sociale, quindi fuori dal controllo dei rischi e medico legale pur di trasformare la società attraverso il controllo della salute e delle modalità di cura delle malattie ( Classificazione malattie e delle disabilità ) da essi provocate asservendo i governi, strutture sanitarie e gli operatori sanitari alla stregua di esecutori affinché attuino e mantengano la distorsione dei processi sanitari affinche dopo il danno / morte gli esseri umani della comunità accettino resilientemente la perdita dello stato di salute, del lavoro e delle proprie libertà ed accettino di adattarsi al ” nuovo” modello bio-psico-sociale.

Il controllo dei popoli

Tale modello persegue il fine eu-gene-tico basato sulla perdita di chance di vita e di conseguente accettazione di una esistenza limitata e controllata all’ interno di una società’ in cui l’ élite finanziaria ingegnerizza provoca e classifica le lesioni mortali da loro stessi programmate ingegnerizzate e classificate facendo emergere ad HOC sempre piu diverse sconosciute catastrofi /emergenza per poi gestirle fino al controllo globale dei popoli.

Prof. PIERFRANCESCO BELLIPresidente della Commissione “Rischi ed Etica-Sanitaria” di INCER INSTITUTE, membro del Comitato di Indirizzo e Controllo dell’Agenzia Regionale di Sanità della Regione Toscana.

La vera storia di un virus ideato per controllarci – Pierfrancesco Belli

Condividi