Sgarbo a von der Leyen, Boldrini contro il ministro ugandese “sessismo”

boldrini Trump ha consegnato il Paese ai Talebani

Brutto episodio giovedì sera, a margine del summit Ue-Unione Africana. Il filmato dell’accoglienza ufficiale al summit mostra il ministro degli Esteri dell’Uganda, Jeje Odongo, passare oltre la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, senza stringerle la mano. Von der Leyen si limita ad alzare il sopracciglio e a sorridere, sorpresa per il gesto del ministro.

Odongo si dirige direttamente verso Charles Michel ed Emmanuel Macron, ai quali stringe la mano. Il presidente francese, prima di congedarlo dopo la foto di rito, lo invita a salutare anche von der Leyen, ma il ministro, pur salutando, si guarda bene dallo stringere la mano a von der Leyen.

Grave atto di sessismo

“Ignorare una figura istituzionale perché donna è un grave atto di sessismo” scrive sui social Laura Boldrini, postando il video dell’episodio. “Il ministro ugandese Odongo, non stringendo la mano a von der Leyen, qualifica se stesso e il regime di Museveni. Dopo il ‘Sofagate’ di Erdogan, un altro brutto episodio in presenza di Charles Michel”.

Via Twitter interviene anche il virologo Roberto Burioni, docente all’università Vita-Salute San Raffaele di Milano: “Per una volta parlo di un argomento che non è virologia, ma da cittadino sono immensamente infastidito da cose come queste. L’Europa dovrebbe darsi una regola. Se qualcuno (chiunque) si comporta così, la cerimonia si chiude immediatamente e il bifolco viene mandato a quel Paese”.  adnkronos

burioni contro il ministro ugandese

Condividi

 

bresup

Articoli recenti