Biella, in coda per denunciare Draghi

Biella, in coda per denunciare Draghi

Alcuni cittadini biellesi del gruppo «Articolo 3» (chiaro il riferimento alla Costituzione)  si sono dati appuntamento fuori dalla caserma dei carabinieri di via Fratelli Rosselli e messi in coda per poi presentare ognuno una denuncia nei confronti del presidente del consiglio Mario Draghi.

Denunciare Draghi

A preparare per tutti la querela già prestampata un avvocato di Genova. Draghi sarebbe accusato sulla base dell’articolo 610 del codice penale che recita «chiunque, con violenza o minaccia, costringe altri a fare, tollerare od omettere qualche cosa è punito con la reclusione fino a quattro anni».

Il tutto riferito ai vari decreti per evitare la diffusione del coronavirus. Un’azione dimostrativa organizzata dal gruppo biellese, il cui nome si confonde tra le decine di altri simili proliferati sul web,  organizzata non a caso in questi giorni perché, come spiegano i promotori via social, «dal 20 non si potrà più agire in giudizio per la propria tutela personale, in quanto per potervi accedere bisognerà esibire l’infame tessera verde». […]

www.lastampa.it

Condividi