Cento: 4 uomini morti per infarto in poche ore

ambulanza morti per infarto

Il territorio centese continua a piangere i propri affetti stroncati da malori o attacchi cardiaci, ben 4 persone da domenica. Lo scrive  www.ilrestodelcarlino.it

morti per infarto

La giornata di ieri che si è aperta subito con un dramma a Buonacompra, quando un autotrasportatore si è accasciato al suolo e a nulla sono valsi gli sforzi per rianimarlo. Erano le 8.30 quando i colleghi hanno trovato Edoardo Reboli 58 anni di Finale Emilia, dipendente della Gtb, a terra esanime vicino al camion dove sarebbe dovuto salire ma che un malore ha strappato velocemente alla vita.

Sempre ieri mattinata, Cento ha iniziato a piangere un quarantanovenne anch’esso stroncato da un infarto fulminante mentre si trovava in casa. Si tratta di Fabrizio Bertelli, molto conosciuto non solo nel centese la cui morte ha davvero sorpreso tutti.  Lascia infatti i genitori, la compagna e una bambina di appena 9 anni. Un dolore testimoniato dai tantissimi messaggi riversati sui social. Ancora da fissare la data dell’ultimo saluto.

Domenica mezzogiorno invece, mentre si trovava in casa, un infarto ha portato via Umberto Ballanti di 74 anni, figlio di uno dei fondatori storici della Baltur.

Nella stessa giornata, il territorio ha avuto anche la notizia della scomparsa di Pietro Manferdini, ‘67enne noto benzinaio dal passato da vincente ciclista tra le fila della Centese e poi passato all’attività amatoriale con la Ciclistica XII Morelli. Stroncato da un attacco cardiaco fulminante mentre si trovava in casa, lascia anch’esso un giovane figlio.

Condividi