Austria: finisce il lockdown ma solo per i vaccinati

austria

Finisce il lockdown ma solo per i vaccinati – In Austria il lockdown finirà lunedì per i vaccinati e i guariti, ma proseguirà per i non vaccinati. Lo ha annunciato il neocancelliere Karl Nehammer. “Il lockdown per chi non è vaccinato resta“, ha detto, spiegando che i dettagli sull’allentamento del blocco saranno resi noti dopo gli incontri con esperti e governatori per valutare le misure necessarie per contenere la pandemia e trasformare una “tendenza al calo dei casi” in un trend vero e proprio.

“L’unica domanda ora è come, con quali misure protettive”, ha affermato Nehammer, citando come “fattore importante” ad esempio l’uso di mascherine Ffp2. Il cancelliere non ha escluso diversificazioni nelle aree più colpite dalla pandemia. A Vienna negozi, luoghi di cultura e sport, nonché i mercatini di Natale, riapriranno il 13 dicembre pur con limitazioni (ad esempio sul consumo di cibo), mentre ristoranti e hotel non prima del 20 dicembre

La reintroduzione delle misure di lockdown il mese scorso hanno contribuito a dimezzare il numero di infezioni ogni 100.000 abitanti anche se l’occupazione delle unità di terapia intensiva rimane vicino a livelli record. Attualmente sono occupati 670 letti, si tratta del numero più alto nel 2021. Nelle ultime 24 ore sono deceduti 77 pazienti Covid. I nuovi casi sono invece 4.233.

L’Austria prevede anche di rendere obbligatorie le vaccinazioni da febbraio e di introdurre multe per chi non rispetterà l’obbligo: dal 15 febbraio i non vaccinati riceveranno l’invito del ministero della Salute a sottoporsi al vaccino e in caso di inottemperanza dal 15 marzo scatteranno le prime sanzioni. Il tetto massimo per la multa che rischiano i no vax in Austria ammonta a 3.600 euro all’anno, che scendono a 2.400 se i 600 euro di ammenda vengono pagati puntualmente ogni trimestre. La settimana prossima sarà presentato il testo di legge definitivo. www.rainews.it

Condividi