Covid, Austria valuta multe per i non vaccinati

austria multe per i non vaccinati

Prende forma il Disegno di legge per l’obbligo vaccinale in Austria, che entrerà in vigore a febbraio: i no vax riceveranno ogni tre mesi un invito dal ministero della sanità a farsi immunizzare (vaccinare, ndr). In caso di inottemperanza scatta ogni volta una multa da 600 euro, che diventa una super-ammenda da 3.600 euro per chi non la paga entro i termini stabiliti. Sono esentati dall’obbligo bambini sotto i 14 anni, donne incinte, chi è guarito da meno di 180 giorni e altre persone che non possono essere vaccinate per motivi medici. Le donne che hanno partorito e i ragazzi che compiono 14 anni hanno un mese di tempo per ricevere la prima dose.

Multe per i non vaccinati, previste tre dosi obbligatorie

La bozza di legge è stata visionata dalla tv austriaca Orf. L’obbligo di vaccinazione, che si applicherebbe da febbraio, comprende una prima vaccinazione, una seconda vaccinazione (al più presto 14 e al più tardi 42 giorni dopo la prima vaccinazione) e una terza vaccinazione (al più presto 120 e al più tardi 270 giorni dopo la pre-vaccinazione).

Secondo il progetto di legge, saranno riconosciuti i vaccini di Biontech e Pfizer, Moderna, AstraZeneca e Johnson & Johnson. Il testo prevede che i soldi raccolti attraverso le sanzioni siano indirizzati agli ospedali locali. www.rainews.it

Condividi