Covid, portavoce della Casa Bianca vaccinata a positiva

portavoce della Casa Bianca Jen Psaki

È risultata positiva al Covid 19 la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, nonostante si fosse vaccinata con doppia dose. La Psaki non ha partecipato a viaggio in Europa dopo che alcuni familiari erano risultati contagiati dal coronavirus. In una nota ufficiale è la stessa portavoce a spiegare come siano andate le cose: martedì scorso 26 ottobre ha incontrato il presidente americano all’aperto, rispettando il distanziamento e con la mascherina. Poi è risultata positiva al Covid-19 alcuni giorni dopo aver rinunciato a partecipare al G20 in Italia con il presidente perché alcuni membri della sua famiglia si erano ammalati.

“Mercoledì, in coordinamento con la dirigenza senior della Casa Bianca e il team medico, ho preso la decisione di non intraprendere il viaggio all’estero con il Presidente – spiega in un tweet sul suo account ufficiale – a causa di un’emergenza familiare, in cui i membri della mia famiglia risultavano positivi al COVID-19. Da allora, mi sono messa in quarantena e sono risultata negativa (tramite PCR) al COVID mercoledì, giovedì, venerdì e sabato. Tuttavia, oggi sono risultata positiva” racconta la Psaki.

La portavoce della Casa Bianca non ha avuto contatti con Biden

La portavoce della Casa Bianca ha precisato di non avere avuto contatti stretti di persona con il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden o con membri anziani dello staff a partire da mercoledì in poi. “Ho visto l’ultima volta il presidente martedì, quando ci siamo seduti fuori a più di un metro e ottanta di distanza e indossavamo mascherine”, ha spiegato la Psaki.  www.iltempo.it

Condividi