Covid, Pd e Iv contro il convegno sulle cure domiciliari

Simona Malpezzi

13 SET – Critiche del Pd e di Italia viva nei confronti della Lega per un convegno, organizzato oggi al Senato, intitolato “International Covid summit – esperienze di cura dal mondo” e promosso dalla senatrice leghista, Roberta Ferrero e con l’intervento del collega di partito Alberto Bagnai. Si tratta di esperienze di terapie domiciliari e di numerosi medici compresi alcuni che sostengono di aver curato il coronavirus con medicinali come l’idrossiclorochina  e  l’ivermectina.

Coronavirus, Bertolaso: “Senza Zangrillo e la clorochina sarei morto”

Ferrero, interpellata dall’Ansa, in un video chiarisce: “Il tema vaccini non è stato proprio affrontato qui.
Una cosa è la prevenzione e un’altra la cura. Sono due temi assolutamente diversi anche se entrambe strategie per combattere il Covid”.

Pd e Iv contro il convegno sulle cure domiciliari

Critica la capogruppo Dem a Palazzo Madama, Simona Malpezzi: “Se l’obiettivo dichiarato dalla Lega è quello di convincere gli scettici e gli indecisi a vaccinarsi, è molto difficile capire le ragioni per cui il Senato ospiti un’iniziativa organizzata proprio da senatori leghisti su sperimentazioni mediche senza comprovate evidenze scientifiche illustrate da alcuni relatori che sono dichiaratemene no vax”.

E conclude: “La Lega, lungi dal voler contribuire a promuovere la campagna vaccinale, continua a sostenere infondate e ambigue teorie sul covid. E questo atteggiamento resta un problema serio per il governo e per il Paese che sta uscendo – proprio grazie ai vaccini – dalla peggior crisi dal dopoguerra”.

Per Daniela Sbrollini di Italia viva, “i senatori della Lega che hanno dato sostegno al convegno al Senato sulle terapie domiciliari Covid, tra fake No Vax e Ivermectina dovrebbero avere bene in mente il senso delle istituzioni che rappresentano”, aggiungendo che “è assolutamente inopportuno che questa iniziativa si svolga all’interno del Senato”. E conclude: “E’ una iniziativa sbagliata e potenzialmente dannosa per i cittadini”. (ANSA)

Condividi