Documenti falsi per 50 permessi di soggiorno, denunciato bengalese

passaporto falso

ROMA, 20 LUG – Aveva messo in piedi un’attività illegale su vasta scala, specializzata nella contraffazione di documenti per consentire ai cittadini stranieri di ottenere il permesso di soggiorno. Un 42enne di nazionalità bengalese, è stato rintracciato e denunciato dalla Polizia Locale di Roma Capitale, I Gruppo Centro “ex Prati”, al termine di una attività di indagine sul falso documentale coordinata dalla Procura di Roma.

Nei confronti dell’uomo le accuse sono di falso materiale e truffa. Altre due persone sono state denunciate per concorso nei reati contestati. In base a quanto accertato dagli inquirenti, il 42enne servendosi di alcune agenzie di servizi e consulenza da lui gestite, rilasciava documenti e contratti di affitto contraffatti a cittadini di varie nazionalità, permettendo così di fargli ottenere regolari permessi di soggiorno, sulla base di residenze anagrafiche fittizie, rendendoli di fatto irreperibili.

Al momento sono oltre una cinquantina i cittadini stranieri, alcuni già denunciati, che sono stati individuati tra coloro che si sono avvalsi dei servizi offerti dal 42enne. Nei loro confronti, la cui posizione resta al vaglio, è partita la segnalazione all’Ufficio Immigrazione della Questura di Roma. (ANSA).

Condividi