UE, prorogate sanzioni contro la Russia

sanzioni contro la russia

BRUXELLES – Il Consiglio Ue ha deciso di prorogare di ulteriori sei mesi, fino al 31 gennaio 2022, le sanzioni nei confronti di specifici settori economici della Russia per la destabilizzazione dell’Ucraina. La decisione del Consiglio fa seguito all’ultima valutazione dello stato di attuazione degli accordi di Minsk, al Consiglio europeo del 24 e 25 giugno.

Sanzioni contro la Russia

Le sanzioni economiche sono state introdotte per la prima volta il 31 luglio 2014. Sono state rafforzate nel settembre 2014 e nel marzo 2015 il Consiglio europeo ha deciso di legare la loro durata alla completa attuazione degli accordi di Minsk.

Nello specifico, le misure limitano l’accesso ai mercati dei capitali primari e secondari dell’Ue per alcune banche e società russe e vietano forme di assistenza finanziaria e intermediazione nei confronti di istituzioni finanziarie russe. Le misure vietano inoltre l’importazione, l’export o il trasferimento di tutto il materiale relativo alla difesa e stabiliscono un divieto per i beni a duplice uso militare/civile. Le sanzioni limitano anche l’accesso russo a tecnologie sensibili che possono essere utilizzate nel settore energetico. ANSA

Condividi