Immigrazione, Orban: “è un fenomeno organizzato”

orban immigrazione

BELGRADO, 19 GIU – Immigrazione: il premier conservatore ungherese Viktor Orban ha ribadito la sua aperta ostilità nei confronti del fenomeno migratorio, da lui definito un “male” che avviene a suo avviso non spontaneamente ma in maniera organizzata.
“Quando ai confini ungheresi arrivano decine di migliaia di persone, in massima parte giovani uomini che sono in perfette condizioni fisiche e che incolonnati marciano verso la frontiera, e se cerchiamo di fermarli ci vengono contro, allora non parliamo di immigrazione ma di violazione della sovranità nazionale.

L’immigrazione va fermata

Tutto ciò va fermato”, ha detto Orban al settimanale cattolico croato ‘Voce del Concilio’.
Nell’intervista, ripresa dai media serbi, il premier ungherese si dice convinto che tutto ciò sia organizzato con motivazioni politiche, per far arrivare “enormi masse di musulmani nel continente europeo”.

Ritengo che tutti quelli che non si difenderanno, tra 20 anni non riconosceranno più il loro Paese“. Orban sostiene poi che l’Ungheria paga un alto prezzo poiché va contro le correnti politiche europee dominanti, difende il modello di famiglia cristiana e per il fatto che “la follia Lgbt non ha spazio in Ungheria”. (ANSA)

Leggi anche


ONU: “L’immigrazione è parte integrante della globalizzazione”

Migranti, ONU: aprire canali legali per apportare forza-lavoro al mercato

Il documento ONU sulla sostituzione etnica lo trovate qui >>>

Condividi

 

One thought on “Immigrazione, Orban: “è un fenomeno organizzato”

  1. Orban e’ un ottimista: 20 anni? Ma già e’ irriconoscibile! Chiedetelo a noi expat italiani!!!! Ogni volta che torniamo in vacanza, ci accorgiamo che l’Italia e’ sempre meno un paese di italiani!
    Personalmente, speravo ci sarei tornata dopo la pensione ma ora penso che il desiderio mi sia passato del tutto!

Comments are closed.