Effetti collaterali, in Usa sospeso vaccino Johnson & Johnson

vaccino Johnson & Johnson

WASHINGTON – L’uso del vaccino Johnson & Johnson e Janssen sarà momentaneamente sospeso nei siti di vaccinazione federali degli Stati Uniti. Lo hanno dichiarato oggi la Food and Drug Administration (FDA) e i Centri di Controllo e prevenzione delle malattie (CDC), come indica il New York Times.

Le agenzie federali sanitarie hanno inoltre chiesto ai Governatori dei vari Stati di interrompere la vaccinazione con il preparato mono dose, in seguito a sei casi di formazione di «coaguli di sangue» entro circa due settimane dalla vaccinazione, hanno detto i funzionari delle agenzie. In tutti i casi, i pazienti colpiti sono donne, tra i 18 e i 48 anni di età. Tra queste si registra una vittima (in Nebraska), e un ricovero «in condizioni critiche».

Quasi sette milioni di persone negli Stati Uniti hanno ricevuto i vaccini Johnson & Johnson finora, secondo i dati dei CDC, i cui ricercatori esamineranno ora i possibili legami tra il vaccino e i casi di coagulazione, e determineranno se continuare ad autorizzare l’uso del vaccino per tutti gli adulti, o limitare l’autorizzazione.

In tal senso, riunione d’emergenza del comitato consultivo esterno dei CDC è stata programmata per mercoledì.

Trombosi rare, Ema avvia indagine su vaccino Johnson & Johnson

Settimana scorsa, lo ricordiamo, anche l’Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha avviato una revisione del vaccino Johnson & Johnson e Janssen per alcuni «eventi tromboembolici».

https://www.tio.ch

Condividi