Lecco, sassi contro il capotreno: denunciato tunisino

polfer

Ha preso a sassate il capotreno. A lanciare sassi contro il capotreno di un regionale in partenza dalla stazione di Lecco per Milano Centrale è stato un tunisino di 21 anni che è stato poi identificato e denunciato dagli agenti della Polizia ferroviaria per resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio.

A causa sua il treno è infatti partito con un’ora e mezza di ritardo. Il 21enne è stato rimproverato dal capotreno perché si è piazzato in mezzo alle porte impedendo di chiuderle e al treno di partire. Per tutta riposta il 21 ha minacciato il capotreno e lo ha rincorso per tutta la lunghezza del treno per aggredirlo. Gli ha anche tirato contro alcuni sassi raccolti direttamente dalla massicciata.

Prima dell’arrivo dei poliziotti della Ferroviaria il “lapidatore” è scappato, ma gli agenti della Polfer e della Mobile lo hanno lo stesso identificato grazie anche alle immagini riprese dalle telecamere del sistema di videosorveglianza della stazione. Dalle indagini è anche emerso che il tunisino un paio di settimane fa ha anche rubato due biciclette in un condominio, per questo è accusato anche di furto.

https://www.ilgiorno.it

Condividi