L’Italia dona 12 tonnellate di beni umanitari al Sud Sudan

Di Maio beni umanitari

La povertà assoluta torna a crescere e tocca il record dal 2005. Colpite 2 milioni di famiglie, circa 5,6 milioni di persone. Un milione in più rispetto all’anno precedente.

Nel frattempo, è atterrato presso l’aeroporto di Juba, in Sud Sudan, un volo umanitario della Cooperazione italiana partito dalla Base di Pronto Intervento delle Nazioni Unite (UNHRD) di Brindisi con un carico di 12 tonnellate di beni umanitari, materiale di prima assistenza ed aiuti alimentari, forniti rispettivamente dalla Cooperazione italiana e da Organizzazioni della Società Civile.

La spedizione, realizzata in collaborazione con la Federazione internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (IFRC), è destinata a rafforzare l’assistenza umanitaria a sostegno della popolazione sfollata a seguito delle inondazioni dello scorso anno e della popolazione locale afflitta dalla crisi sanitaria ed alimentare in atto nel Paese.

Condividi