Sicilia, operatori sanitari non vogliono vaccinarsi. “Problema rilevante”

vaccino reazioni avverse non vogliono vaccinarsi

Alcuni lavoratori della sanità non si sono fatti vaccinare, “il problema sta iniziando ad assumere contorni rilevanti e continuerà a proliferare”

7 marzo 2021 – “L’Assemblea regionale siciliana si occupi dei lavoratori della sanità che non hanno voluto aderire alla campagna vaccinale”. A lanciare l’appello affinchè con un urgenza si individui una regolamentazione in materia è l’Ugl.

“Il problema – dicono il segretario regionale della federazione Sanità Carmelo Urzì e il segretario dei medici Raffaele Lanteri – sta iniziando ad assumere contorni rilevanti e continuerà a proliferare finchè non verrà fatta definitiva chiarezza sul tema, ad oggi controverso. In questo caso – continuano i sindacalisti – a porre un punto fermo sull’argomento dovrà essere il legislatore nazionale o, in alternativa, regionale con una norma ad hoc”.

Sanitari che non vogliono vaccinarsi, situazioni paradossali

Il sindaco denuncia poi la nascita di contenziosi tra lavoratori e datori di lavoro: “Allo stato attuale da più parti ci giungono notizie di situazioni paradossali, che hanno già messo in difficoltà sia il datore di lavoro (che ha avviato procedimenti nei confronti di lavoratori che non vogliono vaccinarsi), sia i destinatari del provvedimento che sono stati sanzionati senza aver commesso alcunché.”

“Si sono verificati casi in cui è stato possibile trovare una allocazione diversa per gli operatori che si sono rifiutati di ricevere il vaccino anti Covid, poichè la mansione lo consentiva, ma sussistono tutt’ora altri casi in cui proprio per professionalità e mansione diventa difficile l’individuazione di una collocazione alternativa per il dipendente che non desidera vaccinarsi. Peraltro, ci troviamo davanti ad uno scenario che presenta anche risvolti di non poco conto dal punto di vista assicurativo”.

www.palermotoday.it

Condividi

 

3 thoughts on “Sicilia, operatori sanitari non vogliono vaccinarsi. “Problema rilevante”

  1. Volete capirlo che questi vaccini sono stati immessi in commercio in via sperimentale? Io mi vaccineró fra due anni, in attesa di conoscere meglio i risultati della sperimentazione, mancano le evidenze scientifiche, gli effetti collaterali come febbre, dolore al braccio e stanchezza, si hanno anche con i classici vaccini, con questi è la stessa cosa ad inizio inoculazione, ma gli effetti che potrebbero provocare sull’organismo non si conoscono, quindi tra due anni quando finirà la sperimentazione se i dati saranno a favore della sicurezza e dell’efficacia, allora lo farò.

  2. Si rivolgano all’Avvocato Corrias, che spiega loro alcune cose.

  3. A me sorprende che ci sia gente che accetta di fare da cavia umana, per un farmaco che altera il mRNA che è una cosa mai sperimentata prima ed a detta di molti ricercatori: pericolosissimo.

Comments are closed.