Team Oms, eliminare rapporto su Wuhan e fare nuova inchiesta

laboratorio Wuhan

Un team dell’OMS che indaga sulle origini del Covid-19 pensa di di eliminare il rapporto provvisorio sulla recente missione compiuta a Wuhan

Un team dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che indaga sulle origini del Covid-19 sta pianificando di eliminare il rapporto provvisorio sulla recente missione compiuta a Wuhan, epicentro della pandemia in Cina. Lo riporta il Wall Street Journal che riferisce di una lettera aperta inviata da una ventina di scienziati che chiedono una nuova inchiesta internazionale perché il team dell’Oms che si trovava a Wuhan il mese scorso sostiene di non aver avuto accesso sufficiente per indagare sulle possibili fonti del virus, inclusa una possibile fuga di laboratorio. (ANSA).

10 FEB 2021 – Il Dipartimento di Stato Usa ha accusato la Cina di non essere stata trasparente, “almeno fino a ora”, sulle origini del coronavirus e ha chiesto di avere il rapporto dell’Oms per farlo analizzare “dai nostri esperti”.

“Chiaramente, i cinesi, almeno finora, non hanno offerto la necessaria trasparenza di cui noi e la comunità internazionale abbiamo bisogno in modo che possiamo impedire che questo tipo di pandemie si ripresentino”, ha detto il portavoce del dipartimento di Stato Ned Price in un briefing con i giornalisti pubblicato su Twitter. (ANSA).

L’origine animale, conferenza a Wuhan

OMS – Le ricerche effettuate sul coronavirus sin qui suggeriscono che abbia un’origine “animale” ma non è chiaro quale sia l’esemplare “ospite”. Lo ha detto in una conferenza stampa il professor Lian Wannian, a capo della delegazione di 17 esperti cinesi che ha affiancato la missione dell’Oms.
“Pipistrelli e pangolini sono i più probabili candidati alla trasmissione, ma i campioni di coronavirus trovati in quelle specie non sono identici al Sars-Covid 2”, ha aggiunto. (ANSA).

Il lavoro congiunto in Cina del team di esperti dell’Oms e di Pechino “è terminato” e ora il lavoro di tracciamento dell’origine del Covid-19 procederà nel resto del mondo e “non sarà vincolato ad alcuna località”. E’ quanto ha affermato nelle prime battute della conferenza stampa conclusiva della missione Oms a Wuhan, Lian Wannian, a capo della delegazione di 17 esperti cinesi che ha affiancato quella di 17 scienziati internazionali dell’Oms, provenienti da 10 Paesi diversi.

Condividi