Sgarbi: “RESILIENZA, parola insensata usata dagli ignoranti”

Avete abbiamo sentito nel discorso di Draghi molto i principi condivisibili, la rinascita come nel dopoguerra, l’idea di combattere la malattia, il rispetto dei partiti che sono tutte cose di buon senso. Però, perché una persona che ha fatto buoni studi deve dire 10 volte resilienza? Resilienza è una parola insensata, una moda nata pochi anni fa usata soltanto dagli incapaci, dai cretini, e dagli ignoranti

di Vittorio Sgarbi

Condividi