Roma, grida ‘Allah akbar’ e minaccia passeggeri del tram

Grida “Allah akbar” e minaccia i passeggeri del tram. È accaduto ieri mattina a Piazza Vittorio, a due passi dalla stazione Termini. Con il volto coperto, un 23enne di origine somala ha terrorizzato i presenti con un estintore e un bastone di ferro, che aveva in mano.

Ritrovati documenti rubati – La chiamata al 112 arriva di mattina. E subito intervengono i poliziotti del commissariato Esquilino e Viminale. Lo trovano dentro il tram e gli intimano di scoprirsi il volto. Ma lui si rifiuta. Quando la polizia lo riesce a bloccare, gli sequestra tutto. Estintore, bastone di ferro e l’indumento usato per coprirsi il volto. Poi lo perquisisce e trova di più. Dei documenti rubati, appartenenti ad altre persone.

Il somalo era già noto alle forze dell’ordine

Non era la prima volta che il giovane entrava in contatto con la polizia, visto che era già stato fermato in passato. Ora, invece, si troverà a dover rispondere di diversi reati. È stato arrestato per minacce aggravate, ricettazione, interruzione di pubblico servizio e porto d’arma abusivo.

https://www.ilmessaggero.it

Condividi