Francia, direttore di un centro di accoglienza ucciso a coltellate

Un responsabile del centro di accoglienza dei rifugiati di Pau, nel sud-ovest della Francia, è stato ucciso a colpi di coltello da un sudanese: è quanto riferito dal comune citato dalla stampa francese. Il responsabile del centro rifugiati è stato accoltellato ieri a fine mattinata da un richiedente asilo sudanese, che gli ha inferto diversi colpi, precisano fonti del comune e della polizia francese.

La vittima, che lavorara al centro Isard Cos, 46 anni, padre di famiglia, era direttore del Centro di accoglienza per richiedenti asilo (Cada) di zona. È morto poco dopo l’aggressione. L’aggressore, un sudanese di 38 anni, è stato fermato senza incidenti.

https://www.cdt.ch

“Questo è un dramma terribile, tanto più perché la vittima ha trascorso tutta la sua vita professionale aiutando migranti e richiedenti asilo”, ha detto il sindaco di Pau Francois Bayrou alla radio France Bleu.

“La richiesta di asilo dell’uomo era stata respinta, e per buone ragioni. Poi si è rivoltato contro il capo del servizio, questa è violenza estrema e assurda”, ha aggiunto Bayrou.

Condividi