Governo, nasce gruppo ‘Europeisti Maie-Centro Democratico’ per sostenere Conte

La crisi di governo è stata ufficializzata ieri con le dimissioni di Conte nelle mani di Mattarella. Per una riconferma dell’attuale premier, un passo in avanti è stato fatto nella tarda serata di ieri, quando dopo infinite trattative è finalmente nato il gruppo dei costruttori. Si chiameranno Europeisti Maie-Centro Democratico e saranno presenti alle consultazioni al Quirinale, anche se già litigano su chi debba essere il leader del nuovo gruppo.

I responsabili ci sono ma non bastano, da solo – si legge sulla Stampa – non potrà garantire a Conte i voti sufficienti per garantirsi un’autonomia da Italia Viva, almeno al Senato. Le insegne scelte per la nuova formazione sono quelle del Maie, il Movimento degli Italiani all’estero, e di Centro democratico, la creatura di Bruno Tabacci, grande timoniere di questa operazione.

È praticamente pronto al Senato, oggi sarà ufficializzato anche alla Camera. Servono 20 deputati alla Camera, anche se potrebbe bastarne qualcuno in meno, con una deroga simile a quella già concessa a Liberi e Uguali. Solo 10 i membri necessari al Senato, dove – prosegue la Stampa – si raggiunge la soglia unendo ai 5 senatori del Maie i 2 ex M5s De Falco e Luigi Di Marzio, i tre ex Forza Italia Mariarosaria Rossi, Andrea Causin e Sandra Lonardo Mastella. Potrebbero aggiungersi altri due ex 5 stelle: Gianni Marilotti e l’ormai famoso Lello Ciampolillo.

Ma il punto è un altro. Non un voto in più per Conte Questi 10-12 senatori hanno già in comune una cosa: una settimana fa hanno votato tutti la fiducia al governo Conte, erano tra i 156 sì di quella maggioranza ritenuta insufficiente. (affaritaliani.it)

Condividi