Oms, messaggio per il 2021: condividere i vaccini in modo equo

“Poiché ci vorrà tempo per vaccinare tutti contro Covid-19, dobbiamo continuare ad aderire alle misure collaudate per metterci al sicuro” dal contagio. E’ l’appello che il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, rivolge a tutti i cittadini del mondo.

Non dimenticare, sulla scia dell’euforia per l’arrivo delle prime iniezioni scudo, le principali armi di difesa che abbiamo imparato a usare in queste pandemia: “Il distanziamento sociale, l’uso delle mascherine, l’igiene respiratoria e delle mani”, elenca Tedros nel suo messaggio di fine anno.
Sono abitudini che vanno portate con noi nel 2021, chiede il Dg. Fra queste, prosegue, c’è anche “evitare luoghi chiusi e affollati e incontrare le persone fuori” all’aria aperta. “Queste semplici misure – conclude – salveranno vite e ridurranno la sofferenza che così tante persone hanno sperimentato nel 2020”.

“Entrando in questo 2021, abbiamo una semplice ma profonda scelta da fare: possiamo ignorare le lezioni del 2020 e permettere che prevalgano approcci insulari e partigiani, teorie cospiratorie e attacchi alla scienza (col risultato di avere ulteriori sofferenze non necessarie); oppure percorrere l’ultimo miglio di questa crisi insieme”, dice Ghebreyesus, che invita a seguire la seconda via.

Un cammino comune, chiede il capo dell’Oms, “aiutandoci l’uno con l’altro in questo percorso, condividendo i vaccini in modo equo, offrendo consigli adeguati, compassione e cura a tutti coloro che ne hanno bisogno. La scelta è semplice. C’è una luce in fondo al tunnel e ci arriveremo percorrendo il sentiero insieme. L’Oms è con voi”, assicura Tedros augurando un “pacifico, sano e sicuro nuovo anno” all’umanità. adnkronos

Condividi