Covid, Arcuri: “In arrivo 470mila dosi di vaccino”

A partire da martedì arriveranno in Italia “le prime 469.950 dosi del vaccino, previste dal contratto sottoscritto dall’Unione Europea”. Lo ha detto il commissario per l’emergenza coronavirus Domenico Arcuri, spiegando che la conferma dell’invio è arrivata direttamente dalla Pfizer. La consegna “proseguirà nella giornata del 30 dicembre e si concluderà il 31 dicembre”, si legge in una nota diffusa da Arcuri.

“I nostri scienziati ci dicono che l’immunità di gregge si raggiunge quando l’80% della popolazione si è vaccinata. In Italia questo vuol dire circa 45-48 milioni di persone. Secondo i nostri programma questo accadrà in autunno”. Così il commissario straordinario per l’emergenza Covid Domenico Arcuri.

Ieri è scattata in tutta Europa la campagna di vaccinazione anti-Covid. Il premier Conte: “Oggi l’Italia si risveglia”.

Il ministero della Salute precisa che i contratti con le aziende produttrici dei vaccini sono stipulati direttamente dalla Commissione Ue per conto di tutti i Paesi membri dell’Unione. Ogni Paese riceve la quota percentuale di dosi spettante in proporzione alla popolazione secondo le stime Eurostat. All’Italia è destinato il 13,46% di ogni fornitura. Questo equivale a 26,92 milioni di dosi dal contratto con Pfizer-Biontech, di cui 8,749 milioni nel primo trimestre. La consegna della prima delle forniture da 470mila dosi settimanali è programmata per la settimana appena iniziata. tgcom24.mediaset.it

Condividi