Partito unico centrodestra, Meloni dice no a Salvini

Giorgia Meloni dice no a Matteo Salvini sul partito unico del centrodestra. “Sono stata la prima a dire che serviva maggior coordinamento fra noi – spiega al Corriere della Sera – ma se si parla di gruppo unico, serve un partito unico. O non ha senso. Mi pare complicato passare dall’ognun per sé a un partito unico in un batter d’occhio. Io sono per una confederazione, partiti distinti, ma un patto di consultazione permanente per coordinare il più possibile le scelte. In questo caso, ci sto”.

Per il presidente di Fratelli d’Italia l’operazione di Salvini non nasconde mire egemoniche sul centrodestra. “Non ci vedo questa malizia – rileva – però certo oggi i gruppi parlamentari non rispettano nei numeri i reali pesi dei partiti della coalizione. E in un dibattito su cosa fare anche questo conta”.

Pietro Senaldi:  “Il centrodestra è impreparato a fare l’opposizione forte”. Parola di Pietro Senaldi che, interpellato a L’Aria Che Tira in merito al via libera sullo scostamento di bilancio, non le manda a dire. “Sono anche convinto – prosegue poi in collegamento con Myrta Merlino su La7 – che Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi non vogliano andare neanche al governo”.

Nonostante gli screzi tra il Carroccio e gli azzurri, però “Io non credo che nel centrodestra stia accadendo qualcosa di nuovo – conclude – se non che il centrodestra non ha nessunissima voglia di terremotare questa maggioranza.

Condividi