Calabria: neo commissario Gaudio è indagato in inchiesta su concorsi truccati all’università

“Al Professor Eugenio Gaudio, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Roma ‘La Sapienza’, di origine cosentine, è stato affidato l’incarico di nuovo Commissario alla Sanità della Regione Calabria. Gino Strada ha confermato la disponibilità a far parte della squadra, anche con una delega speciale, che in Calabria sta fronteggiando le criticità dell’attuale emergenza sanitaria. Due nomi autorevoli che possono aiutare la sanità calabrese a ripartire”. Lo si apprende da fonti di Palazzo Chigi.

Il nuovo commissario per la sanità calabrese Eugenio Gaudio è indagato dalla Procura di Catania nell’ambito dell’inchiesta sui concorsi truccati all’università. Come scrive il quotidiano ‘Domani’ Gaudio aveva ricevuto l’avviso di conclusione indagine e subito dopo era stato interrogato. L’inchiesta nella quale è coinvolto Gaudio è stata avviata nel 2019 dal Procuratore di Catania Carmelo Zuccaro e dalla pm Raffaella Vinciguerra. Sono 66 le persone coinvolte tra cui molti esponenti del mondo universitario etneo.

“In questa indagine Gaudio è indagato per alcune telefonate nelle quali parlavano di lui, il reato è il concorso in turbativa”, scrive il Domani. Sembra che per la sua posizione “è arrivato l’avviso delle conclusioni delle indagini”, “Gaudio si è fatto interrogare e, spiegano fonti autorevoli, la sua difesa ha fatto riflettere gli inquirenti che al momento propendono per una richiesta di archiviazione nei suoi confronti”, scrive il quotidiano. “Tuttavia ancora non è stata fatta e deve comunque passare al vaglio di un giudice, che dovrà condividere o meno l’eventuale richiesta di archiviazione della procura di Catania”.  ADNKRONOS

Condividi

 

One thought on “Calabria: neo commissario Gaudio è indagato in inchiesta su concorsi truccati all’università

  1. I nomi autorevoli ce la fanno sempre contro questa magistratura fatta alla ‘palamara’, fosse stato un pinco pallino qualunque l’avrebbero già messo in carcere e buttata la chiave, che pena…….

Comments are closed.