Elezioni Usa, Meluzzi: “L’élite ha dimostrato che non contano i voti ma chi li conta”

Il prof. Alessandro Meluzzi commenta le elezioni Usa da un punto di vista molto critico e preoccupante: “Chi oggi capisce che la caduta organizzata di Trump è la frana di un argine al Deep State globalista deve comunque ricordare che la grande normalizzazzione Dem depressiva farà crescere nuove rabbie, conflitti fallimenti! L’anestesia del COVID mainstream potrebbe non bastare.

Chapeau! Il Deep state globalista nelle elezioni presidenziali ha dimostrato sua sostanziale invincibilità! Non contano i voti ma chi li conta, così come contano spread, tamponi, bilanci, notizie, like… anche in Italia l’apparato chiuderà tutto fino a maggio. Poi China Reset, vaccino e Quirinal!”

Condividi