Proteste a Firenze, scontri con la Polizia: 20 fermati

Scontri in piazza a Firenze alla manifestazione non autorizzata cui partecipano persone di varia estrazione politica, che spazia dalla destra all’antagonismo. Lancio di oggetti, tra cui anche alcune molotov, contro le forze dell’ordine, che hanno risposto con diverse cariche nelle vie del centro cittadino. Almeno una ventina i fermati.  I manifestanti non farebbero parte di un’unico gruppo organizzato ma sarebbero di varia estrazione politica. Tra queste anche alcune persone scese in piazza per manifestare pacificamente e che visto il perdurare degli scontri hanno lasciato la protesta.

Una prima è avvenuta carica lungo la centralissima via Calzaioli, facendo arretrare i manifestanti per decine di metri. Il lancio di oggetti e bombe carta da parte dei partecipanti alla protesta contro la polizia è continuato, con le forze dell’ordine che hanno risposto con una nuova carica all’altezza di piazza Strozzi, nel cuore dello shopping.

Almeno una ventina di persone sono state fermate. I manifestanti hanno anche danneggiato un’auto della polizia sfondandone i vetri. Un gruppo è stato disperso con un lancio di lacrimogeni.

Tre o quattro bombe molotov sono state lanciate contro la polizia durante gli scontri in via dell’Albero. Per questo sono state fermate quattro persone di area antagonista. Da quanto spiegato dalle forze dell’ordine a lanciare le bottiglie molotov sarebbero stati almeno due manifestanti che indossavano delle tute rosse. Individui così abbigliati sono stati poi rintracciati e fermati poco dopo nella vicina via il Prato insieme ad altre altre due persone. Da quanto spiegato sempre dalle forte dell’ordine sarebbero persone appartenenti all’area antagonista. Le fiamme provocate dalla molotov hanno annerito una parete.  tgcom24.mediaset.it

(Agi.it) “Una situazione del genere non l’avevo mai vista e ahimé c’è una minoranza di persone che vengono con l’intento di provocare scontri e violenze. Io ho visto anche persone che volevano manifestare pacificamente. Quello che più mi fa soffrire ma anche arrabbiare è vedere chi cerca di strumentalizzare questa rabbia che non è accettabile. Stasera una minoranza di persone venuta intenzionalmente per provocare e par cercare gli scontri ha messo a dura prova la nostra città”, ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella.

Condividi