Confindustria: non è il momento di fare scioperi

“Io credo che sia il momento di sedersi a un tavolo e parlarsi, non è il momento di fare scioperi. I contratti vanno rinnovati, i soldi in tasca ai dipendenti vanno messi, ma in maniera sostenibile e intelligente”. Lo ha detto il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, al termine dell’assemblea di Assolombarda.

Gli aumenti, ha aggiunto, devono essere legati ai patti previsti dagli accordi interconfederali del 2018, il cosiddetto “patto per la fabbrica”. Se poi al sindacato welfare e formazione “non interessano – ha proseguito – e vuole solo l’aumento del salario indipendente non è un problema, lo dica, dice che gli accordi firmati due anni fa non vanno più bene come regole, ci si siede a un tavolo e si ragiona”.

“Credo che sia veramente deleterio per il Paese in questo momento fare degli scioperi, di tutto abbiamo bisogno tranne che di scioperi, la frattura non aiuta nessuno, invito le categorie e i sindacati a sedersi a un tavolo e a trovare una soluzione” ha concluso Bonomi.  (askanews)

C’è chi non ha bisogno di scioperi per l’aumento di stipendio

Conte, aumento di stipendio per dirigenti di Palazzo Chigi

Condividi