Renzi: nessuna provocazione giustifica aggressione a Salvini

Mi spiace molto per ciò che è accaduto a Pontassieve. Chi ha strattonato Salvini ha compiuto un gesto stupido e sbagliato: la mia solidarietà al leader della Lega. Nessuna provocazione giustifica un gesto assurdo come questo, gesto da condannare senza se e senza ma”. Lo scrive Matteo Renzi su Facebook.

“Ho abitato per 15 anni a Pontassieve, anche quando avevo incarichi di responsabilità: ho sempre vissuto in un paese civile e rispettoso, che accoglie tutti, che ha un’anima solidale. Condannare la violenza è un dovere per tutti. Con la stessa chiarezza dico che lo è anche evitare le strumentalizzazioni. La Toscana non è quel territorio di facinorosi che la propaganda sovranista vuole dipingere come pericoloso”.

“Siamo una terra di civiltà e bellezza. E Pontassieve non merita la narrazione di queste ore: chi conosce Firenze e la sua provincia sa che noi siamo da sempre culla di sogni e di ideali. Giù le mani del cittadino Salvini che ha diritto di camminare dove vuole ma giù le mani anche dalla storia della nostra terra, dai valori della nostra gente”, conclude.

Condividi