Grecia: sindaco di Samo malmenato da migranti ubriachi

Un incidente tra il sindaco di Samos orientale, Georgios Stantzos e un gruppo di immigrati si è verificato nel tardo pomeriggio in piazza Themistoklis Sofoulis, sulla costa della città.

Tutto è iniziato quando un gruppo di africani ubriachi è arrivato in piazza, con il risultato che gli uomini OPKE si sono precipitati e hanno chiesto loro di andarsene. Quando la polizia si è allontanata, gli immigrati sono tornati e questa volta, oltre a consumare alcolici, hanno iniziato a molestare alcuni passanti.

Il sindaco di Samos orientale si trovava sul posto e, vedendo la situazione, si è avvicinato ed ha chiesto  loro di andarsene. Per tutta risposta, i migranti africani hanno cominciato ad insultarlo chiamandolo fascista e lo hanno spintonato, gettandolo a terra. Poi se ne sono andati.

Grecia: scontri tra “profughi”, incendi a Samos

Grecia, violente risse tra clandestini: Lesbo e Samos trasformate in campi di battaglia

Condividi