Grecia, violente risse tra clandestini: Lesbo e Samos trasformate in campi di battaglia

 

L’hotspot dell’isola greca di Lesbo trasformato per qualche ora in un campo di battaglia. Violenti scontri fra migranti (clandestini) afghani e pakistani hanno provocato gravi danni alla struttura e indotto all’evacuazione di centinaia di persone. Tre migranti in condizioni più gravi sono stati trasportati in ospedale.

In seguito agli scontri diverse tende hanno preso fuoco, secondo quanto riferito dal portavoce sull’isola dell’Alto Commissariato ONU per i rifugiati, Boris Cheshirkov. Quest’ultimo ha parlato di un’impennata di episodi del genere dall’entrata in vigore dell’accordo tra UE e Turchia e li ha imputati a una crescente esasperazione dei migranti.

Proprio nelle stesse ore, una rissa tra afghani, siriani e pakistani aveva fatto una trentina di feriti nell’hotspot dell’isola di Samos. EURONEWS

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -